Italy hotels
FORNITORI
LAVORO
COMPRO-VENDO
SERVIZI
CONSULENZA
FORMAZIONE
ITALY HOTELS
NEWS
WHO'S WHO
LINKS
CERCA
CONTATTACI
 
HOME-PAGE

E' ufficiale la Valle di Fiemme organizzerà i campionati mondiali di Sci nordico nel 2013

Val di Fiemme 2013. Via dal logo la scritta "candidate", da questa sera la località trentina è ufficialmente sede dei Campionati Mondiali di sci nordico del 2013, uno splendido tris dopo i successi del 1991 e del 2003.
La conferma è avvenuta alle ore 19.00 a Cape Town, in Sudafrica, sede del congresso della Federazione Internazionale.
Un'assegnazione salutata da un urlo corale del gruppo fiemmese guidato dai due presidenti Tiziano Mellarini (comitato organizzatore) e Pietro De Godenz (comitato esecutivo), i quali per un attimo hanno perso la loro classica compostezza. Un urlo liberatorio perchè questa candidatura non è stata facile. Avversari nello sci nordico e "avversari" in casa Italia, che avrebbero potuto penalizzare la scelta dei delegati internazionali. Già, perché la Val di Fiemme era opposta a Falun (SWE), Oberstdorf (GER), Lahti (FIN) e Zakopane (POL) per la stessa disciplina, ma l'Italia presentava anche la candidatura per lo sci alpino con Cortina. Una scelta azzardata che poteva far fallire il progetto costruito dal comitato trentino.
Invece la proposta della Val di Fiemme é stata premiata. Manuela Di Centa, campionessa olimpica e mondiale (tra il resto medagliata anche a Fiemme 1991) ma anche membro CIO e deputato al Parlamento, ha presentato la candidatura. In cinque minuti ha esposto un progetto concreto, credibile e soprattutto sostenibile. Poi un filmato spettacolare in altri cinque minuti ha presentato le bellezze del Trentino, della vallata, le gare passate ed il rendering del futuro nei due stadi di Predazzo e Lago di Tesero, ma sono state l'esperienza e le capacità organizzative mostrate con i due campionati mondiali e oltre 90 gare di Coppa del Mondo a convincere i delegati.
Dunque Val di Fiemme "Mondiale" per la terza volta. Pietro De Godenz in poche parole sintetizza la soddisfazione: "un successo che premia tutti i nostri volontari, la nostra determinazione, e che ci riconosce le grandi qualità organizzative. Il nostro comitato vuole dedicare questa vittoria a Paolo Zorzi che ci ha lasciato due settimane fa, era il coordinare dei volontari ed un membro insostituibile del direttivo. Ne sentiremo la mancanza".
Anche Tiziano Mellarini è entusiasta: "un nuovo esempio straordinario della tenacia e caparbietà della gente trentina nel raggiungere gli obbiettivi. È un riconoscimento del grande lavoro organizzativo svolto fino ad ora e della bontà di piste e strutture della Val di Fiemme".
I fiemmesi negli ultimi giorni avevano capito che le cose si sarebbero messe bene, la stima, la simpatia, le promesse di supporto si sono fatte sempre più concrete. Del resto, sull'organizzazione della Val di Fiemme non ci sono mai stati dubbi.
La Val di Fiemme ha saputo giocare il proprio jolly con intelligenza, collocando la propria candidatura nelle annate in cui la Scandinavia, dopo che Oslo aveva ricevuto l'investitura del 2011, era debole, e precedendo Oberstdorf, altro pericoloso rivale. La "sfortuna" della Polonia costretta ad annullare anche quest'anno i mondiali junior ha fatto il resto.
Dunque una candidatura intelligente? "Sì, non c'è dubbio - conferma De Godenz - con i miei collaboratori abbiamo scelto la strategia vincente. Del resto la FIS ci aveva fatto capire, anche se indirettamente, che un altro mondiale in Val di Fiemme sarebbe stato apprezzato".
La cronaca della giornata si concentra sulle assegnazioni, con centinaia e centinaia di persone ad attendere gli annunci per le varie discipline dello sci. Una liberazione per la Val di Fiemme, per Schladming (AUT - alpino), Voss (NOR - freestyle), Vikersund (NOR -voli) e Stoneham (CAN - snowboard).
Per tutti gli altri la possibilità di ritentare per il 2015.



Val di Fiemme 2003.com 01/07/2008

 



  FORNITORI | LAVORO | COMPRO-VENDO | SERVIZI | CONSULENZA | FORMAZIONE | NEWS | LINKS | REGISTRATI | CERCA | CONTATTACI |