Italy hotels
FORNITORI
LAVORO
COMPRO-VENDO
SERVIZI
CONSULENZA
FORMAZIONE
ITALY HOTELS
NEWS
WHO'S WHO
LINKS
CERCA
CONTATTACI
 
HOME-PAGE

Hotel design: rinnovare l'albergo attira clienti e rende competitivi

Hotel design: rinnovare l'albergo attira clienti e rende competitivi
I nuovi trends di Tiziano Aglieri Rinella - Tratto dal libro HOTEL DESIGN*

Per ricevere la visita di un progettista telefona allo 0522 554392

- Costruire e ristrutturare un albergo
- Imprese servizi e materiali
- Progettare l'hotel
- Lo studio di fattibilità alberghiera
- Il team di progettazione dell'hotel
- La hall le camere la spa il centro benessere
- Le imprese di costruzione di hotel
- Il contract alberghiero
- I prezzi della realizzazione di un hotel

Negli ultimi anni, le dinamiche di mercato hanno prodotto una corsa all'innovazione che ha favorito la sperimentazione di soluzioni innovative nel design alberghiero. Le trasformazioni si sono susseguite a ritmi differenziati, a seconda del target e della tipologia di hotel. Se la camera tradizionale, a causa delle abitudini dei clienti – restii alle novità - si è evoluta molto più lentamente di altri ambienti comuni quali ad esempio i ristoranti o i centri benessere, alcune innovazioni tecnologiche e nuove tendenze dell'abitare contemporaneo hanno prodotto profonde mutazioni, che si sono rivelate in misura più radicale nelle suites e negli alberghi di fascia alta. La progressiva fusione tra bagno e camera è tra le nuove tendenze, una delle più sperimentate, con effetti talvolta sbalorditivi. Rispetto ad vent'anni fa, quando gli architetti cercavano di ricreare in hotel le atmosfere domestiche e gli standard qualitativi e di confort propri dell'architettura domestica, vi è stata un'inversione di tendenza radicale.
È evidente infatti come negli ultimi anni, riguardo alla cultura dell'abitare, la sperimentazione nel comparto alberghiero sia stata decisamente maggiore rispetto a quella del settore residenziale.

Gli alberghi sono obbligati infatti, dalle leggi del mercato, a rinnovarsi periodicamente almeno ogni 12/15 anni, compatibilmente con la sostenibilità economica di un intervento di ristrutturazione, per adeguarsi ai nuovi trend dell'hospitality. Ne consegue che oggi sono le residenze private ad ispirarsi all'architettura alberghiera, e non più il contrario come avveniva fino ad alcuni anni fa.
Negli alberghi infatti, oggi gli architetti cercano di offrire all'ospite un'esperienza eccezionale e memorabile, ed il cliente cerca quello che normalmente non ha a disposizione nella propria casa. Per Ron Arad l'hotel deve essere il luogo dove si concretizzano l'immaginario e le fantasie del cliente, una sorta di «casa dei sogni».

Nella camera standard le maggiori innovazioni sono state introdotte dall'evoluzione tecnologica. Alcune di queste innovazioni però, hanno avuto conseguenze anche nell'ambito dell'architettura e dell'interior design. Certamente l'avvento dei televisori LCD supersottili, eliminando la necessità di ingombranti mobili-armadio o supporti di vario genere, ha aperto nuove opportunità nell'organizzazione spaziale della camera, liberando anche dall'obbligo di orientare il letto verso la TV. I nuovi televisori, molto più leggeri, possono anche essere appesi a parete o a soffitto, occupando un angolo della camera ed offrendo la possibilità di orientare il letto verso la finestra ed il panorama retrostante.
Nel corso dell'ultimo decennio alcune dotazioni sono lentamente diventate degli standard comuni negli alberghi di categoria medio-alta. I porta-asciugamani riscaldati, sistemi di illuminazione LED e tappeti sonori capaci di creare atmosfere particolari sono ormai gadget comuni.
Per l'immediato futuro, le maggiori novità nel progetto della camera sembrano essere determinate, oltre che da mode e tendenze riguardanti l'evoluzione dei gusti della clientela, sopratutto dal progresso tecnologico, capace di generare imprevisti ed improvvisi mutamenti, più o meno grandi, nella gestione degli spazi e nelle scelte architettoniche.

Di conseguenza, coscienti del fatto che l'evoluzione tecnologica, crescendo con un ritmo esponenziale, può essere sempre foriera di ulteriori cambiamenti sia nel layout della camera che nel suo equipaggiamento, possiamo tentare di individuare alcune delle innovazioni che potrebbero affermarsi o evolversi ulteriormente nei prossimi anni:
  • Internet WI-FI ad alta velocità, in abbinamento alla TV digitale è certamente tra le tante innovazioni quella da attenzionare maggiormente per la sua capacità di rapidissima evoluzione tecnologica, che ha portato a far diventare velocemente obsolete soluzioni che pochi anni fa erano considerate all'avanguardia. È necessario che la connessione internet WI-FI gratuita diventi uno standard disponibile in ogni camera. Internet è ormai un bene di prima necessità, richiesto sia dai businessman che dalle famiglie con bambini, ed è ridicolo ed anacronistico fornirlo come servizio aggiuntivo a pagamento. Le tastiere WIFI per collegarsi ad internet dallo schermo del televisore sono ormai comuni in molti hotel.
  • I sistemi di entertainment in camera sono fondamentali negli hotel leisure, un po' meno nei business. Sistemi integrati di home theatre e TV digitale flat screen, in abbinamento con console per videogiochi, sono soluzioni da prendere in considerazione a seconda della tipologia di hotel. La rapida evoluzione di queste apparecchiature ne ha ridotto notevolmente i costi e le dimensioni, consentendo nuove soluzioni per il progetto della camera.
  • La tradizionale scrivania sarà oggetto di ricerca da parte dei designer, cercando di offrire maggiore spazio, anche a causa della riduzione degli ingombri di computer e monitor, con particolare attenzione all'illuminazione artificiale.
  • In molti hotel a 3 e 4 stelle ed in alcuni business hotel si sta affermando la tendenza a eliminare i frigo-bar dalle camera, sostituendoli con distributori automatici collocati in aree comuni nei corridoi. Questo consente di ridurre notevolmente i costi di gestione, dato che il funzionamento dei frigobar, comporta un notevole consumo di energia.
  • L'introduzione di attrezzature per il fitness in camera, sperimentata in alcuni hotel tra cui il Westin Palace di Milano, è un'innovazione particolarmente apprezzata soprattutto dai businessman che, avendo poco tempo a disposizione, possono sfruttare le ore di soggiorno in hotel per tenersi in forma.
  • La fusione tra bagno e camera, già abbondantemente sperimentata, si affermerà ulteriormente in alcune tipologie di hotel. Nei business hotel, dove la regola è la massima funzionalità e tutto deve essere al proprio posto, questa sperimentazione non dovrebbe essere introdotta. Negli alberghi leisure e nelle suite invece, la tendenza a separare il wc dalla sala da bagno, e l'apertura variabile di quest'ultima verso la camera da letto, attraverso trasparenze, diaframmi vetrati e pareti scorrevoli, troverà molteplici applicazioni.
  • Le dimensioni generali della camera d'albergo non dovrebbero aumentare ulteriormente. Gli sviluppatori proveranno a contenere i costi di costruzione complessivi, cresciuti anche a causa dell'incremento delle superfici comuni dovuto alla realizzazione di servizi aggiuntivi (come ad esempio la SPA), mantenendo le correnti dimensioni medie delle camere.
  • Implementare dispositivi tecnologici capaci di caratterizzare virtualmente l'ambiente della camera può rappresentare una nuova frontiera di ricerca per architetti ed designer.
  • Un gadget molto gradito dai turisti giapponesi, che è da anni uno standard presente in tutti gli hotel del Sol Levante, è la tavolozza-WC tecnologica con bidè a getto d'acqua direzionabile integrato. La nota mania per la pulizia personale dei nipponici ha portato alla messa a punto di questa dotazione tecnologica che consente, tramite un semplice comando posizionato a lato della tavolozza riscaldata, di direzionare un getto d'acqua, regolandone la temperatura, il movimento, e la pressione. Questa innovazione, particolarmente confortevole ed apprezzata da chi la utilizza, non ha finora trovato diffusione nel mondo occidentale, anche se alcune aziende giapponesi producono tavolozze conformi alle misure standard occidentali.
  • Un'ultima innovazione tecnologica riguarda la vera e propria "mania" sorta attorno all'ultimo dispositivo informatico prodotto dalla Apple, l'iPad, che sta riscuotendo un curioso successo nel settore alberghiero. Il tablet, computer di ultima generazione, oltre che per il check in/check out in albergo, come già menzionato, viene utilizzato nelle maniere più varie. Le catene Sofitel e Motel One, ad esempio, hanno deciso di offrire ai propri ospiti un nuovo modo di leggere i giornali, tramite l'iPad, disponibile presso la reception. Le possibilità di utilizzo offerte da questo strumento sono moltissime: l'Hotel Berkeley a Londra offre ai suoi ospiti un "iPad personale", con molte applicazioni tematiche e utili gadget. Alcuni alberghi ne fanno già un uso più ampio, come il The Plaza, a New York, dove i clienti trovano l' iPad in camera e possono usarlo per prenotare un tavolo al ristorante od ordinare il servizio in camera, leggere le guide di New York, prendere un appuntamento al centro benessere, verificare i propri biglietti aerei (ed eventualmente stamparli), oppure semplicemente per regolare le luci e l'impianto di climatizzazione della propria camera.

* HOTEL DESIGN Fondamenti di Progettazione Alberghiera, di Tiziano Aglieri Rinella, curato da PLANETHOTEL.NET, Marsilio Editori 2011



Per maggiori informazioni contatta PLANETHOTEL.NET allo 0522 554392
e-mail: info@planethotel.net oppure compila il form


 
Per informazioni contattare: PLANETHOTEL.NET
Tel. 0522 554392 e-mail:
info@planethotel.net
















  FORNITORI | LAVORO | COMPRO-VENDO | SERVIZI | CONSULENZA | FORMAZIONE | NEWS | LINKS | REGISTRATI | CERCA | CONTATTACI |