Italy hotels
FORNITORI
LAVORO
COMPRO-VENDO
SERVIZI
CONSULENZA
FORMAZIONE
ITALY HOTELS
NEWS
WHO'S WHO
LINKS
CERCA
CONTATTACI
 
HOME-PAGE

Legge sul turismo: polemiche

Ghigo, ricorso a Consulta contro legge quadro
''Per le singole Regioni, ora non resta che la via del ricorso alla Corte Costituzionalè' ha dichiarato Enzo Ghigo, presidente della Conferenza delle Regioni commentando l'approvazione alla camera della legge quadro sul turismo.

''Dispiace - aggiunge Ghigo - che la camera sia rimasta sorda all'accoglimento dei giusti correttivi proposti dalle regioni sulla revisione o lo stralcio delle Linee Guida, che riteniamo invasive delle funzioni e del ruolo istituzionale delle Regioni. E' un atto antifederalista, ancor più grave proprio perchè è stato effettuato su una materia di grande rilievo economico per il nostro paese e attraverso una riforma attesa da anni da tutto il sistema delle autonomie e delle impresè'.

G. Abete, ok a legge ma non è panacea

''La legge approvata alla Camera dei deputati non può essere considerata una panacea, in quanto non risponde a tutte le esigenze dell'industria del turismo, caratterizzata attualmente da dinamiche sempre più accelerate di cambiamento e d'innovazione, collegate da una parte dell'applicazione delle nuove tecnologie e dall'altra alla competizione di nuove destinazioni sul mercato internazionale dell'offertà'. Lo ha dichiarato Giancarlo Abete, presidente di Federturismo/Confindustria.

''La nuova legge - ha aggiunto - rappresenta comunque il riconoscimento del ruolo dell'impresa e dell'industria turistica, parificate a quelle degli altri comparti industriali, per il contributo apportato allo sviluppo e all'occupazionè'.

Aica/Confindustria, con legge si affrontano mercati

Esprime entusiasmo l'Associazione italiana catene alberghiere/Confindustria, per la conclusione dell'iter della legge sul turismo. Finisce così un'attesa ''che si protraeva da quasi 20 annì'. Il commento è di Luigi A. Bianchi, presidente di Aica/Confindustria in un comunicato. La legge - si legge - consente alle imprese alberghiere ''di affronatare la competizione dei mercati internazionlì'. Aspetto ''rilevantè' per l'Aica, l'introduzione di una carta dei diritti del turista.

Federalberghi, legge serviva ma non è la migliore

La legge-quadro sul turismo era necessaria ''sebbene non sia la migliore di quelle possibilì'. E' il commento del presidente di Federalberghi-Confuturismo, Bernabò Rocca, che, in un comunicato, dice: ''Era da troppi anni che un settore come il nostro, che dà lavoro ad oltre 2 milioni di persone, produce un giro d'affari annuale di 140 mila milairdi di lire e rappresenta oltre il 6% del Pil nazionale, reclamava uno schema legslativo in grado di fare giustizia di tante norme ormai obsolete e fornire criteri e principì' per regolare il settore.

Confturismo, su legge manca il progetto

La legge quadro sul turismo è un ''provvedimento di minima certamente condivisibile, ma non in grado di dare quelle risposte che il sistema delle imprese si aspettavà'. Il commento sull'approvazione della legge alla Camera, è di Confturismo che, in un comunicato, aggiunge che ''non riesce ad essere nè abbastanza 'centralistà nè sufficientemente 'federalistà, lasciando di fatto irrisolto il problema dell'assetto dei poterì'.

Unai, con legge effettivo rilancio qualità

Soddisfazione per l'approvazione della legge quadro Turismo, da parte dell'Unione nazionale alberghi italiani, aderente a Confindustria. In un comunicato il presidente, Bartolomeo Terranova, parla di ''un provvedimento che costituisce i presupposti per un effettivo rilancio del settore in termini di qualità e di accrescimento della capacità competitivà'.

Tra gli aspetti degni di nota, secondo l'Unai, il riconoscimento al settore turismo ''della pari dignità con l'industria attraverso la pianificazione nell'accesso ai provvedimenti che prevedono gravi e contributi a sostegnò'.

 



  FORNITORI | LAVORO | COMPRO-VENDO | SERVIZI | CONSULENZA | FORMAZIONE | NEWS | LINKS | REGISTRATI | CERCA | CONTATTACI |