Italy hotels
FORNITORI
LAVORO
COMPRO-VENDO
SERVIZI
CONSULENZA
FORMAZIONE
ITALY HOTELS
NEWS
WHO'S WHO
LINKS
CERCA
CONTATTACI
 
HOME-PAGE

55 milioni di turisti in regione Veneto nel 2000

''Le proiezioni fatte nell'ultimo scorcio del 2000 dicevano che avremmo superato 54 milioni di presenze, i dati che stanno affluendo ci portano a sfiorare quota 55 milioni; il tutto per un fatturato stimato sopra i 20 mila miliardi con 180 mila posti di lavoro. I punti critici, come la montagna, hanno fatto registrare importanti segni di ripresa, quelli forti si confermano tali e il Ciset prevede per il 2001 ulteriori aumenti del 3,4% degli arrivi dall'estero. Il Veneto e' la prima Regione Turistica d'Italia ed il turismo e' la prima 'industria' del Veneto''. Lo ha detto l'assessore regionale al turismo Floriano Pra, partecipando ai lavori della 6a Commissione Consigliare convocata dalla presidente Nadia Qualarsa presso la sede dell'Apt di Treviso per iniziare le valutazioni sulla proposta di Piano Triennale Promozionale 2001-2003 presentata dalla Giunta. ''Le strategie per consolidare e migliorare questi risultati - ha aggiunto Pra - dovranno essere flessibili per tenere conto dell'evoluzione dei mercati, de
ll'imminente nascita dell'Agenzia Regionale per la Promozione Integrata del Made in Veneto, della prospettiva del primo Workshop mondiale dell'offerta veneta che si terra' in ottobre 2002 a Venezia e che portera' a contatto con i venditori veneti i piu' importanti buyers internazionali''. Con questa premessa, alcuni ''assi portanti'' dell'azione promozionale sono stati illustrati dal nuovo responsabile della Direzione Regionale Turismo, Giuliano Turcato.

Nuove tecnologie innanzitutto: il turismo veneto navighera' sempre di piu' in internet (il sito regionale ha toccato nel 2000 l'incredibile cifra di 4 milioni 300 mila pagine aperte, circa meta' delle quali da ''navigatori'' stranieri) e la Regione ha aderito al Consorzio Europeo ''Centuri21'' che da marzo si rivolgera' a cittadini, imprenditori e Istituzioni fornendo informazioni differenziate e una serie particolareggiata di servizi ''Tourist Accomodation''. Per mantenere e consolidare i mercati tradizionali si puntera' su investimenti in comunicazione mirata (il 60% dei turisti arriva con mezzi propri e non e' ''mediato'' da Tour operators e vettori); educational tours per mass media e operatori, fiere d'immagine e workshops commerciali. Nuovi mercati e nuovi prodotti: nel primo ambito, particolare attenzione ci sara' per quelli d'est europeo in grande crescita economica; per la Rhur tedesca, area da 60 milioni di abitanti che ancora non ''ama'' il Veneto come il resto della Germania; per Brasile e Argentina, Usa e Canada, Emirati Arabi; India (60 milioni di ''ricchi'' hanno un reddito superiore a quello medio dei veneti). Parchi, residenze d'epoca, meetings e congressi, enogastronomia, fitness, bioturismo e bed and breakfast sono i nuovi prodotti che si puntera' a valorizzare. Pra ha infine posto l'accento sulle disponibilita' finanziarie su cui potra' contare il turismo veneto nel 2001 che, a vario titolo, superano abbondantemente i 70 miliardi.

 



  FORNITORI | LAVORO | COMPRO-VENDO | SERVIZI | CONSULENZA | FORMAZIONE | NEWS | LINKS | REGISTRATI | CERCA | CONTATTACI |